Per Daniza

Standard

(So che sembrerò retorica e addirittura esagerata. Certo, questa non è una vera e propria poesia studiata e strutturata. Okay, è una pagina di diario, è il mio modo di protestare e di pregare. È andata così, che queste parole sono sbucate dal mio cuore come evasi dalla finestra, lenzuola bianche annodate, per dimostrare la loro innocenza.)

Volevo solo chiederti perdono,
Per tutte quelle persone che hanno voluto ucciderti
Pensando che non eri proprio uguale alle immagini simpatiche
Delle orse con i cuccioli su You Tube e nei documentari di Quark.
No, purtroppo tu eri vera, e se qualche stolto ti si avvicinava
Tu ti sentivi aggredita, e rispondevi
Come sapevi fare, da orsa, appunto.
Scandalo, deve morire.
Così, l’hanno fatto ipocritamente,
E oggi il tg diceva che in tutto questo c’è una buona notizia, infatti hanno catturato uno dei cuccioli orfani e gli hanno messo un microchip per vedere dove va.

Risuona la voce di Caino, “sono forse il custode di mio fratello?”
Così è sempre, per le mille indicibili guerre e violenze, e anche per te,
Sorella.

Compassione per te, i tuoi piccoli, coloro che ti hanno ucciso, quelli che hanno montato il caso, tutti quelli che stanno mentendo. Avranno già i loro incubi, la sera.
Hai fatto l’errore di agire per istinto, madre che difende i suoi cuccioli, e sai,
Tra noi umani questo,
non va più di moda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...