Archivio mensile:maggio 2014

I danni del vento.

Standard

I danni del vento
pretendono le lacrime,
stamattina avevo cominciato a inumidire il viso,
figlietta mia…
ma il vento impetuoso non ha colpa,
perchè io e te ci amiamo.

Gioie e malinconie riempiono i giorni,
e i giorni scorrono come i respiri quando corri,
siamo nate per rinascere dalle risate dei bambini
no, figlietta, l’ombra non conquisterà mai i nostri cuori,
perchè io e te ci amiamo.

Siamo immerse in un Amore che non può asciugarsi,
ed è questo, quello che conta.
Tutte le cose si perdono, finiscono, inaridiscono,
Decadono, scadono, si rompono, invecchiano,
e l’entusiasmo per le cose sempre,
Quasi istantaneo si spegne.

Ma io e te ci amiamo,
dell’amore più puro e tenero del mondo,
tu sei la mia figlietta benedetta
e nessun male, nessun dolore mai al mondo potrà cancellare questo dono,
il dono che tu sei per me.

E mentre ci slanciamo ad amare,
la tempesta di vento diventa una primavera,
le lacrime una rugiada,
e quello Sguardo che ci rende sorelle,
quel miracolo incompreso al mondo,
finalmente,
ci consola.

20140512-170700.jpg

Annunci