Il freddo inverno.

Standard

L’inverno si era appropriato della città,
ogni albero sembrava una macchia, nell’umidità.

La nebbia nel mare sembrava sparire,
sembrava tramare dei sogni: esaudire.

Solo i passi potevi ascoltare,
se il suono non volevi ammalare.

E rimango ancora stupita,
per te, freddo: figura inorridita.

(Poesia e disegno di Susy, 10 anni)

20140409-181738.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...