Una preghiera impazzita

Standard

Una preghiera impazzita
è aggrappata da giorni
al cancello di casa tua,
e non se ne va.
Alzi la tenda della finestra,
la vedi,
silenziosa,
cerca il tuo sguardo e ti fissa negli occhi,
le porti fuori biscotti e cioccolata calda,
un paio di guanti.

Che c’è tra me e te,
la scala in salita
la porta aperta,
le nocche bianche,
il freddo della cancellata.

La preghiera impazzita
si mangia una lacrima.
E non se ne va.

20140131-174340.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...